Cappotto termico

Cosa succede se non si fa il cappotto termico?

Redazione / 9 Aprile 2024

Condividi questo articolo sui tuoi social!

Impatti dell’assenza del cappotto termico

L’assenza di un cappotto termico in un edificio comporta una serie di impatti significativi sia sull’ambiente interno che esterno dell’immobile. In primo luogo, senza un adeguato isolamento termico, si verifica una maggiore dispersione di calore durante i mesi invernali e un aumento dell’assorbimento di calore durante i periodi estivi. Questo fenomeno non solo rende meno confortevole l’ambiente abitativo ma contribuisce anche a un incremento dell’impronta ecologica dell’edificio, a causa del maggior consumo di energia necessario per mantenere condizioni abitative ottimali. Secondariamente, l’assenza di un cappotto termico può portare a problemi di condensa e muffa sulle pareti interne, compromettendo la qualità dell’aria interna e potenzialmente causando danni alla struttura dell’edificio nel lungo termine.

Inoltre, l’inefficienza energetica di un edificio privo di cappotto termico ha ripercussioni anche sul benessere dei suoi occupanti. La difficoltà nel mantenere temperature stabili e confortevoli può influire negativamente sulla salute fisica, come nel caso di malattie respiratorie aggravate da ambienti umidi e muffosi, e sul benessere psicologico, data la percezione di un ambiente domestico meno accogliente. La letteratura scientifica ha ampiamente documentato come la qualità dell’ambiente abitativo influisca sulla salute umana, sottolineando l’importanza di un adeguato isolamento termico (Fonte: World Health Organization, "Housing and health guidelines", 2018).

Potrebbe interessarti anche:   Cosa usare per isolare una parete umida?

Infine, l’assenza di un cappotto termico incide negativamente anche sull’aspetto estetico dell’edificio. Le pareti esterne soggette a frequenti sbalzi termici tendono a deteriorarsi più rapidamente, con la possibile formazione di crepe e distacchi dell’intonaco. Questo non solo riduce il valore commerciale dell’immobile ma può anche esporre la struttura a ulteriori danni causati dagli agenti atmosferici, accelerando il processo di degrado.

Consequenze energetiche ed economiche

Dal punto di vista energetico, l’assenza di un cappotto termico si traduce in un significativo aumento dei consumi energetici. Gli edifici rappresentano una quota importante del consumo totale di energia a livello globale, e l’isolamento termico gioca un ruolo cruciale nell’efficienza energetica di questi. Senza un adeguato isolamento, gli impianti di riscaldamento e raffrescamento devono lavorare più intensamente e per periodi più lunghi per compensare le perdite o i guadagni di calore attraverso le pareti, il tetto e le finestre. Questo non solo comporta un aumento dei costi energetici per gli occupanti ma contribuisce anche all’emissione di gas serra, aggravando il problema del cambiamento climatico (Fonte: International Energy Agency, "Energy Efficiency 2019").

Potrebbe interessarti anche:   Quanti gradi si guadagnano con il cappotto termico?

Sul fronte economico, gli edifici privi di cappotto termico sono soggetti a costi di gestione significativamente più elevati. Il consumo energetico supplementare necessario per mantenere condizioni abitative accettabili si riflette in bollette dell’energia più onerose. Inoltre, la manutenzione dell’edificio può risultare più costosa a causa dei danni strutturali causati da umidità e sbalzi termici. A lungo termine, l’investimento in un cappotto termico può quindi rivelarsi economicamente vantaggioso, riducendo i costi operativi e aumentando il valore dell’immobile sul mercato.

Infine, va considerato l’impatto economico a livello più ampio. La riduzione del consumo energetico degli edifici attraverso l’isolamento termico contribuisce a diminuire la domanda energetica nazionale, con potenziali risparmi significativi in termini di importazioni di energia e investimenti in infrastrutture energetiche. Inoltre, la transizione verso edifici più efficienti dal punto di vista energetico è una componente chiave delle strategie di decarbonizzazione e può generare nuove opportunità economiche nel settore delle costruzioni sostenibili e della riqualificazione energetica (Fonte: European Commission, "Clean energy for all Europeans", 2019).

Potrebbe interessarti anche:   Quanto costa il polistirolo al metro quadro?

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo sui tuoi social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo sui tuoi social!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi social!

Vuoi usufruire dell’Ecobonus 110% per la tua abitazione?

Iscriviti alla più grande rete di privati, professionisti e aziende della Toscana dedicata al super Ecobonus

News in anteprima, sempre verificate dalla nostra redazione

Le migliori soluzioni sugli interventi che ti interessano

I professionisti e le aziende specializzate sul tuo territorio

Iscriviti