Efficienza Energetica

Come isolare il tetto dal caldo?

Redazione / 18 Aprile 2024

Condividi questo articolo sui tuoi social!

Scelta dei materiali isolanti per tetti

Nel contesto dell’edilizia moderna, l’isolamento termico del tetto rappresenta una componente cruciale per garantire il comfort abitativo e l’efficienza energetica degli edifici. La scelta dei materiali isolanti per i tetti deve essere effettuata con attenzione, considerando sia le proprietà termiche che la sostenibilità ambientale dei prodotti. Tra i materiali più efficaci e comunemente utilizzati troviamo il poliuretano espanso, la lana di roccia e i pannelli in fibra di legno. Il poliuretano espanso si distingue per la sua elevata resistenza termica a fronte di uno spessore ridotto, mentre la lana di roccia offre ottime prestazioni in termini di isolamento termico e acustico, nonché resistenza al fuoco. I pannelli in fibra di legno, invece, combinano un’efficace isolazione termica con una notevole traspirabilità, contribuendo a regolare l’umidità all’interno degli ambienti.

La scelta del materiale isolante deve inoltre tenere conto dell’impatto ambientale. Materiali isolanti ecocompatibili, come la fibra di legno e il sughero, stanno guadagnando popolarità grazie alla loro capacità di offrire un’ottima isolazione termica riducendo al contempo l’impronta ecologica dell’edificio. Questi materiali, derivati da risorse rinnovabili e facilmente riciclabili, rappresentano una scelta sostenibile per l’isolamento dei tetti, in linea con le crescenti esigenze di sostenibilità nel settore dell’edilizia.

Potrebbe interessarti anche:   Qual è il sistema di riscaldamento più conveniente?

La performance di un materiale isolante è determinata dalla sua conducibilità termica, indicata con il valore lambda ((lambda)), che misura la quantità di calore che passa attraverso il materiale. Materiali con valori di lambda bassi sono più efficaci nell’isolare termicamente, contribuendo significativamente alla riduzione dei consumi energetici per il riscaldamento e il raffrescamento degli edifici. È fondamentale, quindi, consultare le schede tecniche dei materiali e valutare il loro comportamento in termini di resistenza termica (R), conducibilità termica e durabilità nel tempo, per effettuare una scelta informata che garantisca le migliori prestazioni isolanti.

Tecniche di applicazione per l’isolamento termico

L’efficacia dell’isolamento termico di un tetto dipende non solo dalla scelta del materiale isolante ma anche dalle tecniche di applicazione adottate. Una corretta installazione è fondamentale per minimizzare i ponti termici e garantire l’integrità dell’isolamento nel tempo. Tra le tecniche più diffuse troviamo l’isolamento dall’esterno, conosciuto anche come "sarking", e l’isolamento dall’interno, spesso impiegato in fase di ristrutturazione.

Potrebbe interessarti anche:   Quanto costa comprare e installare una caldaia nuova?

Il sarking prevede l’applicazione di pannelli isolanti sulla parte esterna del tetto, sopra la struttura portante, seguita dalla posa di una guaina impermeabilizzante e del manto di copertura. Questa tecnica ha il vantaggio di non ridurre lo spazio abitabile interno e di proteggere la struttura del tetto dalle variazioni termiche, prolungandone la durata. Inoltre, il sarking facilita l’eliminazione dei ponti termici, migliorando significativamente l’efficienza energetica dell’edificio.

Per quanto riguarda l’isolamento dall’interno, questa tecnica viene generalmente adottata quando l’intervento dall’esterno risulta impraticabile. Consiste nell’applicare il materiale isolante direttamente sotto la copertura del tetto, all’interno degli spazi abitativi. Sebbene questa soluzione possa essere più invasiva e comportare una riduzione dello spazio abitabile, offre il vantaggio di poter essere realizzata senza intervenire sulla struttura esterna dell’edificio. È importante, in questi casi, prestare particolare attenzione alla ventilazione del tetto e alla prevenzione della formazione di condensa, che potrebbe compromettere l’efficacia dell’isolamento termico.

In conclusione, l’isolamento termico del tetto è un intervento che richiede una pianificazione accurata e una scelta oculata dei materiali e delle tecniche di applicazione. Optare per materiali isolanti ad alte prestazioni e tecniche di installazione appropriate può significativamente migliorare il comfort abitativo e l’efficienza energetica dell’edificio, contribuendo al contempo alla riduzione dell’impatto ambientale. La collaborazione con professionisti qualificati e l’attenzione alle normative vigenti in materia di efficienza energetica sono ulteriori fattori chiave per garantire il successo dell’intervento di isolamento termico del tetto.

Potrebbe interessarti anche:   Quanti kw servono per riscaldare 160 mq?

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo sui tuoi social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo sui tuoi social!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi social!

Vuoi usufruire dell’Ecobonus 110% per la tua abitazione?

Iscriviti alla più grande rete di privati, professionisti e aziende della Toscana dedicata al super Ecobonus

News in anteprima, sempre verificate dalla nostra redazione

Le migliori soluzioni sugli interventi che ti interessano

I professionisti e le aziende specializzate sul tuo territorio

Iscriviti