Efficienza Energetica

Quando una casa è in classe B?

Redazione / 7 Maggio 2024

Condividi questo articolo sui tuoi social!

Caratteristiche Tecniche delle Case Classe B

Le abitazioni classificate in classe energetica B si distinguono per le loro elevate prestazioni in termini di efficienza energetica, che le posizionano immediatamente al di sotto delle più virtuose case in classe A. Queste abitazioni sono progettate e costruite seguendo criteri rigorosi che mirano alla riduzione dei consumi energetici per il riscaldamento, il raffrescamento, la produzione di acqua calda sanitaria e l’illuminazione, garantendo al contempo un elevato comfort abitativo. Le caratteristiche tecniche che permettono a una casa di raggiungere la classe B includono un’ottima coibentazione termica delle pareti, dei solai e dei pavimenti, l’installazione di infissi ad alta efficienza energetica e l’adozione di sistemi di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria ad alta efficienza, spesso accompagnati dall’utilizzo di fonti rinnovabili.

Un aspetto cruciale delle case classe B è l’attenzione alla qualità dell’involucro edilizio, che deve garantire un’elevata tenuta all’aria per minimizzare le dispersioni termiche. Questo obiettivo viene raggiunto attraverso l’impiego di materiali isolanti avanzati e tecniche costruttive che eliminano i ponti termici, migliorando significativamente la performance energetica dell’edificio. Inoltre, l’orientamento dell’edificio e la progettazione degli spazi esterni vengono studiati per massimizzare l’apporto di luce naturale e ottimizzare il bilancio termico, contribuendo ulteriormente al raggiungimento degli standard richiesti per la classe B.

Potrebbe interessarti anche:   Quali caldaie possono scaricare a parete?

La ventilazione meccanica controllata (VMC) rappresenta un’altra caratteristica fondamentale delle case in classe B, contribuendo a mantenere un elevato livello di qualità dell’aria interna senza compromettere l’efficienza energetica. Questi sistemi, spesso dotati di recupero di calore, permettono di rinnovare l’aria interna eliminando inquinanti e umidità in eccesso, con un minimo dispendio energetico. La combinazione di tutte queste caratteristiche tecniche rende le case in classe B esempi di eccellenza nel panorama dell’edilizia residenziale sostenibile, in grado di offrire comfort, risparmio energetico e rispetto per l’ambiente.

Valutazione Energetica: Il Percorso verso Classe B

Per ottenere la certificazione energetica in classe B, un’abitazione deve superare una serie di valutazioni che attestino il rispetto dei criteri di efficienza energetica stabiliti dalla normativa vigente. Questo processo inizia con un’analisi dettagliata delle caratteristiche costruttive e impiantistiche dell’edificio, effettuata da un tecnico qualificato, che si avvale di software specifici per la simulazione delle prestazioni energetiche. Il calcolo del fabbisogno energetico annuo per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria, insieme alla valutazione dell’apporto di energia da fonti rinnovabili, consente di determinare la classe energetica dell’edificio.

Potrebbe interessarti anche:   Cosa comporta la classe D?

Il percorso verso la classe B implica spesso la realizzazione di interventi mirati all’incremento dell’efficienza energetica, come l’isolamento termico di pareti, solai e coperture, la sostituzione di infissi esistenti con soluzioni ad alta prestazione e l’installazione di sistemi di riscaldamento e raffrescamento più efficienti. Questi interventi, oltre a contribuire al miglioramento della classe energetica, si traducono in un significativo risparmio economico sui costi energetici per gli occupanti dell’abitazione. Inoltre, l’adozione di fonti di energia rinnovabile, come pannelli solari termici o fotovoltaici, può giocare un ruolo decisivo nel raggiungimento della classe B, riducendo ulteriormente l’impatto ambientale dell’edificio.

La valutazione energetica e gli eventuali interventi di miglioramento devono essere documentati attraverso l’Attestato di Prestazione Energetica (APE), un documento ufficiale che riporta la classe energetica dell’edificio e fornisce indicazioni su come migliorarne le prestazioni. L’APE è obbligatorio in caso di vendita o locazione di un immobile e rappresenta un valore aggiunto per le proprietà in classe B, attestando l’alta efficienza energetica e contribuendo a valorizzare l’immobile sul mercato. La certificazione in classe B, quindi, non solo garantisce un elevato livello di comfort e risparmio energetico ma rappresenta anche un importante fattore di attrattività nel settore immobiliare.

Potrebbe interessarti anche:   A cosa corrisponde la nuova Classe E?

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo sui tuoi social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo sui tuoi social!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi social!

Vuoi usufruire dell’Ecobonus 110% per la tua abitazione?

Iscriviti alla più grande rete di privati, professionisti e aziende della Toscana dedicata al super Ecobonus

News in anteprima, sempre verificate dalla nostra redazione

Le migliori soluzioni sugli interventi che ti interessano

I professionisti e le aziende specializzate sul tuo territorio

Iscriviti