Efficienza Energetica

Quali sono le case in classe G?

Redazione / 11 Maggio 2024

Condividi questo articolo sui tuoi social!

Caratteristiche delle abitazioni in classe G

Le abitazioni in classe G rappresentano la fascia più bassa nell’ambito della certificazione energetica degli edifici in Italia. Questa classificazione, definita dall’Attestato di Prestazione Energetica (APE), indica un livello di efficienza energetica estremamente basso, con un elevato consumo di energia per il riscaldamento, il raffreddamento, l’acqua calda sanitaria e l’illuminazione. Le case in classe G sono spesso caratterizzate da sistemi di isolamento termico inadeguati o assenti, finestre con singolo vetro e strutture che presentano ponti termici significativi, che contribuiscono a disperdere il calore verso l’esterno.

Un altro aspetto distintivo di queste abitazioni è l’antiquità degli impianti di riscaldamento e di produzione di acqua calda. Spesso si trovano caldaie a gas metano di vecchia generazione, prive di sistemi di regolazione e controllo dell’energia, che risultano essere non solo inefficienti ma anche particolarmente inquinanti. L’assenza di sistemi di ventilazione controllata contribuisce ulteriormente a peggiorare la qualità dell’aria interna, con possibili ripercussioni negative sulla salute degli occupanti.

Potrebbe interessarti anche:   Cosa serve per essere in classe energetica D?

La presenza di queste caratteristiche comporta non solo un impatto ambientale significativo, dovuto alle elevate emissioni di CO2, ma anche un notevole impatto economico per i proprietari o gli inquilini, a causa delle elevate bollette energetiche. La transizione verso una classe energetica superiore richiede interventi mirati e spesso sostanziosi, ma rappresenta un investimento necessario per migliorare il comfort abitativo, ridurre i costi energetici e contribuire alla tutela dell’ambiente.

Impatto energetico e soluzioni di miglioramento

Le abitazioni in classe G hanno un impatto energetico notevole, sia in termini di consumi che di emissioni di gas serra. Secondo i dati forniti dall’Enea (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile), gli edifici residenziali in Italia sono responsabili di circa il 30% del consumo energetico totale e le abitazioni in classe G contribuiscono in maniera significativa a questa percentuale. L’inefficienza energetica di queste strutture si traduce in un aumento delle emissioni di CO2, contribuendo al riscaldamento globale e agli effetti deleteri del cambiamento climatico.

Potrebbe interessarti anche:   Cos'è l'efficienza energetica di una casa?

Per ridurre l’impatto energetico delle abitazioni in classe G, è fondamentale intervenire con soluzioni di miglioramento mirate all’incremento dell’efficienza energetica. Questi interventi possono includere l’isolamento termico di pareti, soffitti, solai e pavimenti, la sostituzione di finestre esistenti con nuove ad alte prestazioni termiche e l’installazione di sistemi di riscaldamento e di produzione di acqua calda più efficienti, come le pompe di calore o le caldaie a condensazione. L’adozione di fonti di energia rinnovabile, come i pannelli solari fotovoltaici o termici, può contribuire ulteriormente alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni.

Infine, è importante sottolineare l’importanza di una corretta progettazione e realizzazione degli interventi di miglioramento energetico. La collaborazione con professionisti del settore, quali architetti, ingegneri e esperti in efficienza energetica, è fondamentale per garantire che le soluzioni adottate siano non solo tecnicamente valide ma anche economicamente sostenibili. Attraverso un approccio integrato e multidisciplinare, è possibile trasformare le abitazioni in classe G in edifici ad alta efficienza energetica, migliorando significativamente la qualità della vita degli occupanti e contribuendo alla tutela dell’ambiente.

Potrebbe interessarti anche:   Qual è la temperatura ideale per i termosifoni?

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo sui tuoi social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo sui tuoi social!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi social!

Vuoi usufruire dell’Ecobonus 110% per la tua abitazione?

Iscriviti alla più grande rete di privati, professionisti e aziende della Toscana dedicata al super Ecobonus

News in anteprima, sempre verificate dalla nostra redazione

Le migliori soluzioni sugli interventi che ti interessano

I professionisti e le aziende specializzate sul tuo territorio

Iscriviti